facebook-pixel

Elettrodomestici: nelle case italiane ce ne sono 200 milioni fuori uso

scritto il 04-03-2019 | News del Blog del Risparmio | , , , , ,

Elettrodomestici: nelle case italiane ce ne sono 200 milioni fuori uso

Non conservate apparecchi inutilizzati

Ogni famiglia conserva nella propria cantina o nel proprio box un elettrodomestico non funzionante. Probabilmente aspettando l’occasione di impiegarlo in nuove modalità o facendosi prendere dalla pigrizia rimanda la visita in discarica. Nelle case italiane ci sono circa 200 milioni di elettrodomestici che non funzionano più, ma che conserviamo lo stesso. Questo dati sono impressionanti, soprattutto se consideriamo che in media sono 8 apparecchi per famiglia.

Le conseguenze di tenere elettrodomestici non funzionanti in casa

Questa cattiva abitudine causa due problemi fondamentali. In primo luogo è un danno ambientale, a causa del possibile contenuto di sostanze inquinanti dei vecchi apparecchi. Il secondo problema interessa invece l’economia. Dallo smaltimento dei RAEE, Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, si possono ricavare materie prime a costi nettamente inferiori. Soprattutto da un punto di vista energetico questa situazione crea un miglioramento rispetto all’estrazione di materie prime “vergini”. Per capire meglio bisogna analizzare n’indagine della Doxa, commissionata da Ecodom, primo consorzio italiano per il recupero e il riciclaggio degli elettrodomestici. Questa ricerca ha messo in luce i comportamenti negativi degli italiani che conservano i RAEE.

La campagna di sensibilizzazione che ne è seguita, dal titolo Garage Story, aiuta a dipingere gli atteggiamenti tipici degli italiani conservatori. Questa ricerca fornisce anche una corretta informazione riguardo alle modalità di smaltimento.

I consumatori che inquinano con gli elettrodomestici in disuso

Chi c’è ai primi posti della classifica dei consumatori che inquinano? I disinteressati sono i primi, perchè convinti che i prodotti non diano fastidio in casa continuano nell’inquinamento dell’ambiente. Un’altra categoria sono gli oculati e dai pigri, coloro che ritengono che questi elettrodomestici potrebbero diventare utili in futuro e che non hanno tempo di andare in discarica a buttarli.  Il problema più grave è che molti consumatori sono disinformati, o ancora accumulatori seriali, appassionati del fai da te, nostalgici, idealisti, polemici, diffidenti e molto altro. Ecodom ha stilato creativamente la classifica, ideando 10 profili nei quali è possibile riconoscersi e magari correggersi, raccontati nelle Garage Story insieme alle foto del fotografo Mario Guerra.

Secondo Doxa, nelle cantine e nei garage italiani si cela un vero e proprio tesoro di apparecchiature non più utilizzate, come condizionatori, asciugatrici, pianole e friggitrici. Apparecchi che però possono produrre sostanze decisamente nocive per l’ambiente. Per esempio i clorofluorocarburi e gli idrofluorocarburi, gas contenuti nei circuiti refrigeranti e nelle schiume dei frigoriferi, che distruggono lo strano di ozono. E allora, non sarebbe meglio osservare le corrette istruzioni di smaltimento e sbarazzarsi dei ferrivecchi, comprando UN apparecchio nuovo (se ci serve) ma eliminando quello vecchio che teniamo in cantina da anni a prender polvere?


Negozi consigliati
Trova le migliori offerte e i codici sconto attivi nei seguenti negozi. Cosa aspetti? Risparmia subito!
Condividi
Newsletter
Non perdere neanche una promozione! Iscriviti subito alla newsletter per utilizzare gli sconti.